IL RICORDO DI UN MARTIRE DELLA REPUBBLICA

Il valore di tutti 

                 

 “Lo Stato democratico, lo Stato del valore umano, lo Stato fondato  sul prestigio di ogni uomo e che garantisce il prestigio di ogni uomo,  è uno Stato nel quale ogni azione è sottratta all’arbitrio ed alla prepotenza, in cui ogni sfera di interesse e di potere obbedisce ad una rigida delimitazione di iustizia, ad un criterio obiettivo e per sua natura liberatore; è uno Stato in cui lo stesso potere pubblico ha la forma, la misura e il limite della legge, e la legge, come disposizione generale, è un atto di chiarezza, è un’assunzione di responsabilità, è un impegno generale ed uguale. Nelle leggi perciò è sempre in qualche modo un principio di riconoscimento delle esigenze generali, ed in esse dei diritti dell’uomo e del suo posto nella vita sociale. Ma nella legge di uno Stato democratico c’è in più il processo di libertà che l’ha generata, per il dibattito da cui nasce, per la mediata e conquistata prevalenza di opinioni che la caratterizza, per la rispondenza a finalità umane, per la rispettosa adesione alla causa progressiva ed inesauribile della liberazione dell’uomo. Essa ha in sé in sommo grado il diritto di tutti, il valore di tutti, un principio obiettivo, una funzione liberatrice ed assicuratrice.

E’ il regno del diritto come sottrazione all’arbitrio ed al casuale, del diritto giusto che costituisce il valore, realizza la libertà. Libertà di pensare, di muoversi, di fare, di progettare; libertà d’iniziativa in ogni ordine; potere di assumere la propria responsabilità nella vita sociale in un ordine obiettivo.”

 

(Aldo Moro, discorso pronunciato a Milano, 3 ottobre 1959)

 

 

IL RICORDO DI UN MARTIRE DELLA REPUBBLICAultima modifica: 2012-03-16T17:09:00+01:00da giva-1939
Reposta per primo quest’articolo